Il drone, un nuovo metodo economico per controllare il camino?

Il tutto può cambiare, in quanto per la prima volta nella miniera di Zollverein  è stato utilizzato per la prima volta un metodo alternativo, il quale consiste nel far ispezionare la canna fumaria utilizzando un drone. Per questo motivo in 6 mesi è stato sviluppato un drone con tutte le caratteristiche necessarie per renderlo all’altezza dell’incarico. Un grosso problema durante la progettazione è stato quello di realizzare un velivolo altamente sensibile per i cambi di direzione e, allo stesso tempo aumentare la sua resistenza alle forti raffiche di vento che si possono formare all’interno del camino. Secondo l’ingegnere Dirk Wiesemann il volo di prova è stato un vero successo, nel quale il drone si è comportato in maniera eccellente.

Drone-canne-fumarie-industriali

Questo metodo innovativo resterà probabilmente nel campo industriale. Un camino industriale in Germania può raggiungere i 307 m di altezza  e il più grande camino in mattoni si trova ad Halsbrück vicino a Freiberg ha un diametro di 8,25 me un diametro di 3 m. Al contrario, il diametro del camino di una moderna canna fumaria in acciaio inossidabile progettata per un uso privato è compresa tra 130 mm e 200 mm.  Questa tecnica ormai è nota per il controllo rapido e senza sforzo, come per esempio se si è formato un nido nel camino, se il coperchio del camino è stato danneggiato oppure, se ci sono danni causati dalle intemperie. Questa tecnica risulta essere più semplice in questi casi rendendo il tutto più economico e meno pericoloso.

 

I limiti

Finora, il drone è stato usato nei camini industriali perché c'è abbastanza spazio per farlo volare. Tuttavia, la domanda è anche più elevata per i caminetti costruiti in mattone, perché questo tipo di materiale è più sensibile ai danni e ai depositi causati dal maltempo. Al contrario, il camino moderno e leggero è realizzato principalmente in acciaio inossidabile di alta qualità. Questo materiale è molto più resistente alle intemperie e ai depositi tossici, e il camino esterno è progettato come un kit. Per adesso questo metodo viene usato solo nel campo industriale. Ma chi lo sa? In pochi anni, con l’avanzo della tecnologia droni e macchine fotografiche forse potranno diventare così piccoli e controllabili, che persino ai nostri moderni caminetti si potrà dare una controllata rapidamente e facilmente con un piccolo drone. Il lavoro di spazzacamino sarebbe sicuramente un po 'più eccitante.

Potete sempre scriverci una email a: info@caminoteca.it o telefonarci al: 0694801177.

Scrivere un commento

I campi contrassegnati dall'asterisco sono obbligatori